PROGRAMMA

Giovedì 14 Dicembre 2017
masterclass con Marko Ciciliani *

Venerdì 15 Dicembre 2017
workshop con ZimmerFrei *
17.30 presentazione degli artisti *
20.30 concerto audiovisivo **

* Spazio 35 – Centro Culturale Altinate San Gaetano, Via Altinate 71, Padova
** Auditorium “Pollini” – Via Carlo Cassan 17, Padova

Masterclass e workshop sono a partecipazione gratuita.
Per iscrizioni alla masterclass di Marko Ciciliani:
info@re-sound.it (entro il 10 dicembre)
Per iscrizioni al workshop di ZimmerFrei:
pg.creativita@comune.padova.it (entro il 13 dicembre).

 

PROGRAMMA

RE-SOUND è un punto d’incontro e di scambio per giovani artisti interessati alle intersezioni e ibridazioni tra i linguaggi dell’arte visiva e sonora. Attraverso workshop, masterclass, presentazioni e un evento finale di esecuzione delle opere di artisti selezionati, si intende favorire lo sviluppo di contesti fertili in cui lo scambio e la contaminazione diventano stimolo per la creatività e veicolo di nuove idee. Approcci sperimentali e punti di vista alternativi esplorano le nuove direzioni e le prospettive di sperimentazione nella videoarte e nei lavori audiovisivi contemporanei.

 

PRESENTAZIONI ED ESECUZIONE DELLE OPERE SELEZIONATE NELLA CALL

Venerdì 15 dicembre 2017 – Spazio 35 e Auditorium

I giovani artisti selezionati nella call for works presenteranno le loro opere al pubblico alle 17.30 all’interno di un panel composto da Marko Ciciliani e ZimmerFrei, moderato dagli organizzatori. Seguirà alle h. 20.30 il concerto audiovisivo.

Le opere saranno selezionate dal comitato

Caterina Benvegnù, Area Creatività di Progetto Giovani
Marko Ciciliani, Kunstuniversität Graz
Patrick Grassi, Area Creatività di Progetto Giovani
Giorgio Klauer, conservatorio di Venezia
Federico Massa, AViLab/Gooliver
Daniele Pozzi, Kunstuniversität Graz
Stefania Schiavon, Area Creatività di Progetto Giovani
Julian Scordato, conservatorio di Brescia
Elena Squizzato, Area Creatività di Progetto Giovani

in base ai criteri: contributo alla diversità del programma, originalità e significatività estetica, rilevanza tecnica, pari sviluppo della parte sonora e visiva, rapporto tra parte sonora e visiva, valenza estetica dell’esecuzione dell’opera.

Il programma sarà reso noto dopo la pubblicazione dei risultati della selezione.

 

MASTERCLASS – MARKO CICILIANI

Giovedì 14 dicembre 2017 – Spazio 35

Marko Ciciliani è compositore, artista audiovisivo e professore presso l’Università per la Musica e le Arti Performative di Graz (Austria). Nelle sue opere combina strumenti tradizionali, suoni elettronici, luci, tablet e live video, esplorando le relazioni fra suono e immagine in un’affascinante ibridazione multimediale. Testi sonori che si trasformano gradualmente uniti a immagini elaborate dal vivo attraverso la sintesi digitale e il computer, diventano performance di musica elettronica. Luce e laser design sono parti integranti delle sue composizioni così come il live video, in cui la manipolazione delle immagini diventa disegno strumentale. ll lavoro di Ciciliani è caratterizzato da un approccio concettuale in cui si intrecciano la composizione classica, lo studio dei media e la ricerca artistica. Ciciliani ha suonato in più di 35 paesi di tutti i continenti. Ha partecipato a festival e concerti di musica elettronica sperimentale quali Experimental Intermedia/NYC, Club Transmediale/Berlin, SuperDeluxe/Tokyo, NowNow Series/Sydney o Ibrasotope/São Paolo e a festival di musica di post-avanguardia come Wien Modern, Huddersfield Contemporary Music Festival, Maerzmusik, ISCM World Music Days, tra gli altri.

 

WORKSHOP – COLLETTIVO ZIMMERFREI

Venerdì 15 dicembre 2017 – Spazio 35

ZimmerFrei è un collettivo di artisti fondato nel 1999 a Bologna e composto da Massimo Carozzi, Anna de Manincor e Anna Rispoli. La sua ricerca si colloca all’incrocio tra cinema, teatro, musica e performance. Il rapporto tra tempo e immagine, nucleo centrale della ricerca di ZimmerFrei, viene indagato attraverso installazioni sonore e video, performance, documentari e serie fotografiche realizzati mediante la fusione dei linguaggi formali del cinema, del teatro e della musica con l’obiettivo di rappresentare i grandi cambiamenti degli scenari urbani di oggi in un’atmosfera in cui vengono mescolati elementi mentali e fisici.